Agenzia di comunicazione, pubblicità e marketing

NEWS

Il Tweet Perfetto

Secondo una ricerca condotta da alcune prestigiose università americane utilizzando il sito "Who gives a tweet?", dove veniva chiesto ai visitatori di esprimere un giudizio sui tweets con cui entravano in contatto, è risultato che nel 39% dei casi gli utenti ritenevano i messaggi neutri, mentre il 25% dei tweets è stato giudicato addirittura inutile.
Quindi solo nel 36% dei casi il giudizio è stato positivo.
Un’informazione su cui riflettere, perchè dimostra come anche le potenzialità di un poderoso strumento come Twitter possono essere minate da un uso scorretto.
E c’è da scommettere che gli autori si daranno ben da fare per cercare di capire cosa vale la pena leggere e cosa no, in modo da progettare strumenti sempre migliori per filtrare i contenuti.
Intanto dallo studio sono già emerse nove regole base per comporre il tweet perfetto, proviamo a seguirle:

  1. Old News in No News: evitare di ripetere notizie vecchie. Twitter enfatizza l’informazione in tempo reale. Chi ti segue si annoia in fretta di vedere gli stessi links ripetuti molte volte.
  2. Contribuire alla storia: aggiungere un opinione o un fatto pertinente alla conversazione, prima di pubblicare un link o un retweet.
  3. Farla breve: utilizzare meno caratteri possibile (anche meno dei 140 a disposizione). Meglio essere brevi, coincisi e provocatori, incuriosendo i lettori e lasciando spazio per commenti e retweet.
  4. Limitare la sintassi specifica di Twitter: usare troppi #hashtag, @mentions e abbreviazioni rende difficile leggere il contenuto reale del tweet.
  5. Essere discreti: limitare al massimo i tweet su inutili dettagli personali (sono in coda al semaforo, quanto fa schifo il caffè dell’ufficio, ho sonno e ho fame ... difficilmente possono interessare a qualcuno).
  6. Fornire un contenuto: il messaggio deve essere comprensibile. Twittare un link senza spiegare di cosa si tratta e senza dare una motivazione a visitarlo, è un messaggio zoppo.
  7. Non lamentarsi: i sentimenti negativi non sono per nulla graditi.
  8. Incuriosire: non date tutte le informazioni in un tweet, ma incuriosite i lettori perché siano invogliati a fare click sul vostro link.
  9. Per i personaggi pubblici: le persone spesso vi seguono per leggere intuizioni professionali e potrebbero essere disturbate da gossip e dettagli quotidiani.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su GooglePlus
Torna alla homepage